Amore nella Relazione . Life Coaching per la Relazione di Coppia | Famiglie difficili: come influenzano nella vita affettiva
2053
single,single-post,postid-2053,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 
FamilyFight

13 Gen Famiglie difficili: come influenzano nella vita affettiva

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

La famiglia d’origine ha una grossa influenza sulla vita di una persona sia in relazione all’emotività sia sulla vita personale e di relazione. Da sempre ci sono persone che scelgono il proprio partner non liberamente ma cercando una persona che possa rappresentare maggiormente i canoni prescritti dalla famiglia. Soprattutto in Italia. Oggi molte cose anche da noi “fortunatamente” stanno cambiando, ma strada da fare ce n’è ancora tanta.

  • Alla mia età non sono ancora sposata (sensazione di fallimento)
  • La mia amica o mia sorella ha marito e figli ed io non ancora (sensazione di fallimento)
  • L’uomo che ho è di una sfera sociale diversa dalla mia, i miei non lo accettano (sensazione di delusione)
  • Il mio ragazzo è più giovane, i miei non capiranno (sensazione di non accettazione)
  • La mia ragazza è più grande di me, i miei mi dicono di cercarne una più giovane o della mia età (sensazione di non accettazione)
  • Sono solo/a e quindi mi sento fallito/a (sensazione di fallimento e delusione)
  • Lei è laureata io sono un geometra, i suoi non mi accettano (sensazione di non accettazione e paura)

Ecc…. ecc… potremmo continuare all’infinito con i GIUDIZI ed i pregiudizi delle famiglie che per il “bene” del figlio, della figlia, del/della nipote, della sorella o del fratello interferiscono sulle scelte sentimentali del famigliare.

13427-1_nPer il bene? E li fanno soffrire? Volere bene è fare soffrire? Volere bene è chiedere di rinunciare ad una persona che amano? Volere bene è pretendere di uniformarsi ai dettami esterni, della famiglia, della società ecc… Certamente no, amare è accettare. Amare è lasciare che l’altro decida per la sua vita. Amare è desiderare la felicità altrui, ma la felicità altrui la conosce solo l’altro, la felicità non può essere imposta. 

Talvolta è necessario fare pulizia da quelle persone che (anche inconsapevolmente) fanno di tutto per proiettarti un sacco di energie negative fatte di ansia, timori, paure, giudizi, freni… basta davvero! Spesso sono proprio i familiari, proprio le persone che dicono di volerti bene. Sono spesso loro a non capirti perchè ti vorrebbero cambiare, ti vorrebbero come loro. E tu magari ti senti deluso o in colpa. Non farlo. Non hai doveri verso di loro, non puoi rinunciare alla tua vita per fare contenti loro, non puoi rinunciare alla tua felicità

imgNon permettere a nessuno di derubarti della tua vita. Non è egoismo, è amor proprio e lo devi a te stesso o a te stessa.

Non è egoismo non ascoltarli ed andare per la tua strada. E’ egoismo pretendere le altre persone facciano quello che vogliono loro solo perchè “loro” pensano che sia giusto cosi. E pensano sia giusto sceglierti il partner o la vita.

Non sei una fallita se sei sola, non sei un fallito se sei solo. Tutti i grandi della storia erano soli, Osho, Yogananda, Babaji,  Krishnamurti, ma anche Cristoforo Colombo, e tanti altri grandi che hanno meditato sulla vita, i maestri vivevano d’asceti per evolversi. Non siamo tutti obbligati a fare tutti le stesse cose. La società ci vorrebbe uniformati, ma tu segui il tuo cuore, segui la tua anima. Non è detto che per essere felice tu debba fare quello che fanno le altre persone, le amiche, gli amici, i fratelli, le sorelle.

prendimi l anima film

Non sei una fallita se non sei sposata o non hai figli, non sei un fallito se sei sposato o non hai figli. Ogni persona ha una sua strada da seguire. E’ giusto che i nostri percorsi siano unici ed individuali. E’ possibile trovare la persona giusta a 20 anni, ma è anche possibile trovarla a 60 anni. Non esistono regole, lasciati andare e sentiti sereno e serena.

Vivi la tua vita, segui la tua strada, segui il tuo cuore, segui la tua anima.

Non sei diverso se hai scelto un partner più giovane, più vecchio, di una differente cultura o estrazione sociale, o del tuo stesso sesso, sei solo tu che sai cosa è giusto per te e cosa ti rende felice. 

7d879897-11b4-4af6-9614-722f1ac528deAll’interno delle famiglie di origine spesso ci possono essere molte incompatibilità fra fratelli, sorelle, genitori e figli, e ricordati se non accettano te è perchè non accettano se stessi.

A volte cercano di bloccarti dal fare qualcosa solo perchè sono loro ad essere bloccati e non tu. Non permettere di bloccarti, vivi la tua vita liberamente, naturalmente per quello che sei tu e per ciò che tu pensi e che senti.

Abbi il coraggio di fare pulizia e di eliminare tutti gli sponsor negativi che bloccano la tua vita col giudizio dicendoti cosa è giusto fare e cosa è sbagliato. Manda tutto e tutti a quel paese ed inzia a vivere come vuoi tu, come piace a te.

Scegli il tuo partner, scegli tu la tua vita.

Con amore

Monica Giovine

 

 

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone
No Comments

Post A Comment